Samsung cambia, i telefoni di fascia media diventano più interessanti



(Foto: Samsung Display)

Chi sborsa un patrimonio per potrarsi a casa gli ultimi smartphone di punta della coreana Samsung solitamente è abituato ad avere a disposizione tutto il meglio che la tecnologia ha da offrire, ma presto questo stato di cose potrebbe cambiare. Lo ha affermato in queste ore nientemeno che DJ Koh, numero uno della divisione mobile del colosso orientale: a partire dai prossimi mesi Samsung inizierà a implementare le proprie tecnologie più sperimentali e all’avanguardia in anteprima sui telefoni di fascia media, per poi portarle, una volta perfezionate, anche sui gadget più blasonati.

Il cambiamento servirà a fare presa su un pubblico più giovane, che normalmente non si può permettere gadget da 900 euro ma che allo stesso tempo non disdegna di mettere da parte i risparmi per un telefono da 400, sempre che quest’ultimo si mostri abbastanza interessante. Il pubblico è esattamente lo stesso che in questi anni si è approcciato ai gadget di case come Honor e OnePlus con un entusiasmo che nel settore degli smartphone ormai è raro riscontrare; non sorprende dunque che Samsung abbia intenzione di fare breccia nel cuore di queste persone.

Stando a DJ Koh la società si sta già preparando ad adottare la nuova strategia, che potrebbe dare i primi frutti sui telefoni della serie Galaxy A in arrivo già entro la fine dell’anno. Di dettagli sulle caratteristiche dei gadget non ne sono stati diffusi; detto ciò, è difficile che il gruppo voglia revocare ai suoi Galaxy S lo status di smartphone più completi sul mercato: l’ipotesi più plausibile resta che le caratteristiche innovative che vedremo sui telefoni di fascia media arriveranno comunque a distanza di pochi mesi anche sui prodotti più costosi.


Fonte: WIRED.it