Genova, la mobilità dopo il crollo del ponte Morandi



(foto: ANDREA LEONI/AFP/Getty Images)

A due giorni dal crollo del viadotto Polcevera di Genova, noto anche con il nome di ponte Morandi, la situazione nel capoluogo ligure resta complessa sotto diversi aspetti: al dramma delle vittime si aggiunge il tema del futuro dell’area, dove moltissimi residenti sembrano destinati a lasciare le proprie abitazioni: e infatti, come si apprendeva il 15 agosto, il comune e l’Arte stanno predisponendo anche un elenco di appartamenti (almeno 50 nel primo stadio) che saranno disponibili da lunedì prossimo per le famiglie rimaste senza alloggio. Ecco un riepilogo a quarantotto ore dai fatti.

La mobilità
Tante ripercussioni per chi si sposta in città, con diverse indicazioni che saranno valide almeno fino al 26 agosto secondo quanto stabilito dal Comune di Genova e che si aggiungono a quelle già varate nella giornata del crollo, il 14 agosto. Un riepilogo qui, soprattutto per chi rientra in città dopo i fatti. I cambiamenti interessano anche il trasporto ferroviario: corse aggiuntive sono state introdotte, a partire dal 16 agosto, da Trenitalia fra Genova Voltri e Genova Brignole e autobus sostitutivi sono a disposizione da Genova per Ovada e Acqui Terme.

L’Amt, l’azienda del trasporto pubblico cittadino, dal 16 agosto effettuerà due servizi bus aggiuntivi rispetto a quelli ordinari, dalle 6 alle 20: un servizio speciale da Principe Piazza Acquaverde a Sestri Ponente con transito, in entrambe le direzioni, all’Aeroporto Cristoforo Colombo (area Arrivi) e un servizio speciale da Bolzaneto Lungo torrente Secca a Brin.

Come già detto, il servizio della Metropolitana è esteso anche alle ore notturne.

Il bilancio delle vittime
Secondo l’ultimo bilancio della prefettura sono 38 sono i morti, 15 feriti di cui 9 in codice rosso. Per coloro che cercano informazioni, o intendono dare segnalazioni, è attiva una casella postale (crollopontemorandi@interno.it ) e due sono i numeri verdi istituiti in prefettura 010/5360637 e 010/5360654.

Il lutto
La città, anche oggi giovedì 16 agosto, osserva una giornata di lutto cittadino, che segue quella del 15 agosto. Bandiere a mezz’asta e l’invito a cittadini e organizzazioni a esprimere vicinanza e cordoglio per le vittime e i cittadini coinvolti a vario titolo nella tragedia. Le iniziative del Comune, a carattere ludico ricreativo, sono sospese. Sabato ci sarà lutto nazionale, in concomitanza con i funerali.

La politica
Sono ancora sul territorio il presidente del consiglio Giuseppe Conte e il vicepremier Di Maio: questa mattina hanno partecipato alla riunione operativa del Centro Coordinamento Soccorsi allestito in Prefettura.


Fonte: WIRED.it