La rivoluzione dei materiali intelligenti passa anche per la stampa 3D



Un video ci racconta come questa tecnica può aiutare lo sviluppo dei soft robot, utili in medicina ed elettronica

Piccoli robot che si muovono in totale autonomia contraendosi, strisciando, o infilandosi a diventare sonde per l’indagine medica, o componenti per una nuova generazione di dispositivi elettronici. Grazie a un nuovo sistema per la stampa 3D, si tratta di un obiettivo un po’ più raggiungibile, come raccontano i risultati della ricerca di un gruppo di ricercatori del MIT di Boston.

Il processo di stampa, in questo caso, consente di formulare un materiale dalla struttura finemente organizzata che include in una matrice gommosa particelle magnetiche. Sono queste che, grazie all’azione di un campo magnetico, dotano l’”organismo” di un’autonomia di movimento senza precedenti.

Guarda il video per vedere i primi prototipi in azione.

(Nature)


Fonte: WIRED.it