Iliad al via in Italia: offerte low cost con 30 giga a 6 euro al mese



Benedetto Levi, ad di Iliad Italia (foto: Iliad)

Iliad accende le comunicazioni in Italia. Da oggi, 29 maggio, la compagnia telefonica francese avvia dal la sua offerta sul mercato del Belpaese. Quarto operatore nazionale, per via della fusione di Wind con Tre del 2016 e della richiesta della Commissione europea di occupera la casella lasciata vuota, Iliad punta sui prezzi concorrenziali. Le tariffe low cost sono state la chiave del suo successo in Francia. E sono il modello da replicare in Italia. Giocare in attacco, è la strategia dell’azienda, con l’obiettivo di arrivare a una quota di mercato del 5% entro sei mesi. Per Natale, in sostanza, Iliad vorrebbe mettere mano su una fetta di clientela valutata 800 milioni di euro, in un mercato che si stima ammonti a 16 miliardi.

La gente è stufa di pagare troppo. I prezzi sono scesi negli ultimi mesi ma quando andiamo a vedere bilanci delle telco, i ricavi per utente sono aumentati in tutti i casi“, spiega l’amministratore delegato, Benedetto Levi. E aggiunge: “L’anno scorso le compagnie di telecomunicazioni si sono prese 4 miliardi di euro da questi piccoli stratagemmi“.

L’offerta di Iliad in Italia consiste in minuti e sms illimitati verso operatori fissi e mobili in Italia. La compagnia include 30 giga al mese con copertura nazionale 4G+, “non solo nelle grandi città, anche nelle aree rurali”, spiega Levi. In aggiunta ci sono minuti e sms illimitati in Europa più 2 giga al mese in Europa. E in aggiunta chiamate illimitate dall’Italia verso 65 destinzioni in tutto il mondo.

L’offerta è senza vincoli e al prezzo mensile di 5,99 euro. Questo prezzo ve lo garantiamo per sempre“, dichiara Levi. “Le nostre condizioni stanno in una pagina“, aggiunge. Sono inclusi segreteria telefonica, servizio di richiamo, hotspot, controllo del credito residuo e piano tariffario. Inoltre si possono bloccare preventivamente i servizi telefonici a pagamento (come oroscopo e previsioni meteo).

La compagnia francese ha siglato anche un’intesa con Apple per fornire offerte convergenti. Il gruppo avrà una rete di negozi e delle sim box, macchine che consentono la stampa in automatico della scheda sim.

Iliad è nata nel 1991. L’ha fondata Xavier Niel, imprenditore che già nel 1986 aveva investito nelle telecomunicazioni, aprendo una società di chat erotiche. Nel 1999 ha ottenuto le licenze per sviluppare la propria rete. Nel 2011 con il marchio Free Mobile ha scompaginato il mercato delle tariffe per cellulari, presentandosi con offerte a 2 euro al mese. Nel primo trimestre dell’anno ha raggiunto 13,8 milioni di abbonati sul mobile (di cui 8,3 milioni in 4G). E ha 6,5 milioni di abbonati ai servizi in fibra in Francia, che ne fanno il principale operatore dopo France Telecom.

Niel è anche il patron della scuola gratuita di coding École 42. Ha quote del quotidiano Le Monde e parte dei diritti d’autore della canzone My Way. Niel conosce il mercato della telefonia italiana, perché fino al 2016 è stato tra gli azionisti di Telecom. Nel luglio di quell’anno ha dismesso il pacchetto azionario. E poi ha bussato nuovamente alla porta vestendo i panni del fondatore di Iliad, pronto a fare concorrenza alle compagnie tradizionali.


Fonte: WIRED.it