Che cosa è successo a New York



(foto: Getty Images)

Nella serata italiana del 31 ottobre, intorno alle 20:30, un furgone si è lanciato su una pista ciclabile a New York, nella zona Sud di Manhattan, e ha successivamente colpito uno scuolabus. Sono morte almeno 8 persone e 11 sono ferite, in modo non grave. Al volante, secondo le ricostruzioni dei media statunitensi, ci sarebbe stato un uomo di 29 anni di origini uzbeke, che è stato arrestato dopo essere stato ferito da diversi colpi d’arma sparati dalla polizia.

Il responsabile dell’attentato avrebbe urlato, secondo il New York Times, “Allah Akbar“, eppure sembra non ci siano ancora prove di un coinvolgimento di gruppi terroristici e lo stesso presidente Donald Trump ha parlato dell’uomo come “una persona molto malata e squilibrata“.


Fonte: WIRED.it