Salone Francoforte, Merkel alle case auto: “Aggiornate i diesel, incentivate il cambiamento”

Salone Francoforte, Merkel alle case auto: “Aggiornate i diesel, incentivate il cambiamento”



Le case tedesche “devono aggiornare il software del diesel al più presto” e dare incentivi perché i propietari sostituiscano i loro vecchi modelli di auto. Lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel parlando all’inaugurazione del Salone dell’Auto di Francoforte, dove, in prima fila, erano seduti ad ascoltarla i “big” del comparto, in particolare gli amministratori delegati di Bmw (Harald Krueger), Daimler (Dieter Zetsche) e Volkswagen (Matthias Mueller).  

Merkel ha anche ammonito i costruttori in quanto “hanno tratto vantaggio dalle lacune normative in modo eccessivo”, ma ha aggiunto che “non vi è alcun dubbio che i motori a combustione dureranno ancora per decenni”, rilevando che ”bisogna renderli più efficienti e vanno sviluppate nuove alimentazioni per tutelare l’industria dell’auto tedesca”. 

REUTERS

Angela Merkel con Dieter Zetsche e il prototipo Smart  

Il Governo di Berlino, ha proseguito Merkel, intende muoversi nella stessa direzione e in questo ambito Merkel ha ricordato il recente aumento da 500 milioni a un miliardo di euro del fondo nazionale contro l’inquinamento urbano e a sostegno dell’espansione delle infrastrutture pubbliche e private.  

La cancelliera ha anche elogiato l’industria dell’auto per gli sviluppi tecnologici a livello di sicurezza e il progresso digitale che hanno ridotto drasticamente il numero degli incidenti mortali. Quanto alla guida autonoma, Merkel ha indicato che “non tutti i problemi sono risolti, ma è necessario sviluppare questa tecnologia per aumentare ulteriormente la sicurezza sulle strade”. In questo ambito Merkel ha rilevato la necessità “di un cambiamento della mentalità delle persone perché molti non credono a questo sistema”.  

AFP

Merkel nello stand BMW  

Merkel ha anche definito il comparto automotive “un settore strategico e assolutamente importante” per la Germania considerando gli oltre 800 mila addetti che occupa e il fatturato da 400 miliardi di euro che genera. Il settore è “una forza trainante non solo per la Germania” e ”vi sono tutti i segnali che anche nel 2018 il comparto registrerà una crescita”, ha detto la cancelliera. 

A seguito del suo discorso la cancelliera, accompagnata da un folto gruppo di giornalisti e autorità, si è recata agli stand di Bmw, Ford (la casa americana ha una presenza produttiva in Germania), Opel, Audi, Volkswagen, Porsche e Daimler e a quelli di alcuni componentisti tra cui Bosch e Schaeffler.  

+++ Segui La Stampa Motori su Facebook! +++  

 

Che cosa ne pensi? Scrivi il tuo commento qui sotto!  

 

CAIBAL

Merkel nello stand Opel