Alessandro

Eccomi:
Sono Alessandro …per i miei nuovi amici milanesi “il Baretta”.
Padovano, nato il 12 marzo 1973. Grazie ad un amico comune ho conosciuto Monica e Jacopo, ci siamo incontrati a Padova e il mio è stato un colloquio che definirei “alla veneta”…di fronte a tre abbondanti Spritz al Campari!
Pur avendo avuto qualche informazione mi aspettavo un colloquio abbastanza classico, fatto di numeri e tante parole e invece è stato una chiacchierata, una pura carica di entusiasmo che Monica e Jacopo sono riusciti a trasmettermi, tanto che non vedevo l’ora di iniziare, di conoscere e soprattutto di entrare in J@M.
Come se non fossi già stato convinto ed entusiasta …quando sono entrato per la prima volta nella sede J@M Milano sono stato rapito …per me è stato il colpo di fulmine! …Tutta gente sorridente e allegra che girava per questi uffici, una TV appesa in reception dove passavano video un po’ strani di persone vestite nei modi più svariati, mascherati, all’interno degli uffici o in luoghi di villeggiatura…Guardando bene in questi video ho riconosciuto Monica e Jacopo…lei una sirenetta…lui con una muta da sub …e altri pazzi che poi ho visto girare per gli uffici e conosciuto; tra questi anche il mio angelo custode Raoul, sempre disponibile a dare consigli a tutti e infondere serenità e carica emotiva.

Ho poi conosciuto meglio J@M, una squadra unita, tutti pronti a darsi una mano e soprattutto due veri imprenditori che non si fermano mai (credo neanche quando dormono), ogni loro idea un centro!
In una mail scrissi a Jacopo che J@M fa moda perché tutti cercano di imitarci …ora lo confermo, siamo unici ma, mi dispiace per gli altri, inimitabili…per copiarci bisognerebbe fermare il tempo!
Monica e Jacopo mi hanno dato una grande opportunità ma soprattutto una grande prova di fiducia: aprire la sede di Padova …per me un sogno! Una bella sfida che sto portando avanti con una certezza …non arriverà mai il momento di fermarsi e questo è il regalo più grande che ho avuto finora da J@M e che voglio trasmettere a chi mi sta vicino, una carica che si era un po’ spenta tempo prima in me: la voglia di crescere e di credere in se stessi!

Credo e ne sono convinto che ci sia davvero bisogno di una realtà come J@M in questo difficile mondo del lavoro. Chi ne capisce lo spirito, la serietà e la competenza professionale ma soprattutto il futuro che ti mettono in mano Monica e Jacopo si rende conto che non c’è modo più bello di lavorare: tutti gli strumenti necessari e tanto spazio alle proprie idee ed iniziative in un ambiente sempre in movimento e moderno dove le regole non sono un peso ma un giusto equilibrio a questo sano e “pazzo” mondo di J@M. Sono davvero contento e ringrazio tutta J@M per la bella accoglienza.

Lorem ipsum

J@M dice di lui: 
Carissimo Alessandro, galeotto fu uno Spritz! Se dobbiamo essere sinceri…con te ci abbiamo proprio visto lungo!
Il nostro incontro ha funzionato fin dalle prime battute: senza bisogno di entrare nel merito di noiose procedure o senza stare a programmare in anticipo ogni singolo dettaglio. Credo che ci siamo semplicemente piaciuti. J@M con la sua irrefrenabile voglia di ampliare i propri orizzonti e tu con una considerevole esperienza che hai con estrema generosità messo da subito a fattor comune. Naturalmente ora che sei in ballo ti tocca ballare ma sappiamo che ti diverte e ti intriga buttarti a capofitto nelle avventure, proprio come a J@M. Ci piace come ti sei lasciato coinvolgere senza riserve dal gruppo e dalla ulteriore nota di follia che hai portato.
In bocca al lupo caro Baretta, ti auguriamo tantissimi successi da festeggiare insieme davanti ad uno Spritz!